Skip navigation

Monthly Archives: febbraio 2013

dopo il periodo infantile le certezze sono come i denti, quando cadono non ricrescono più.

inutile nuotare contro la corrente, cercare di evitare i vortici o di scansare le rapide. la vita è un fiume che ti porta, a volte in un lago azzurro e profondo e calmo, altre in un pantano fetido. tu in entrambi i casi non affoghi né nuoti, galleggi. ecco perché alla fine è bello scegliere di non scegliere.

ripensi alle elezioni. in toscana c’è un detto, riferito alla scopa. la corsa d’i’ battistoni, diciannove (c)harte e quattro mattoni.

niente è come rientrare a casa col freddo della notte che arriva. anche in una casa a metà, dove sei ancora solo. ma tutto è dimezzato in solitudine. il respiro, ché il tuo non conta, e il tempo, che non appoggia sulle parole, e i pensieri, dove manca un riferimento, un baricentro dove ancorarli e farli girare. tutti siamo una metà di qualcosa che aspetta il suo resto. e ora musica.

stanotte certi dolori articolari non ti hanno fatto dormire. hai ascoltato gli uccellini della notte, e lei che dormiva, e anche i pensieri che facevano un certo rumore. hai visto il chiaro che arrivava da dietro le tende e hai sentito gli uccellini del giorno che davano il cambio a quelli della notte. poi la stanchezza ha preso il sopravvento, i pensieri si sono zittiti. ma non dovevano essere molto importanti, ricordi solo lei che dormiva e gli uccellini.

ti fa male una spalla. la periartrite che si ripropone. che poi è la sinistra, quella che ti serve. dovrai imparare l’uso della destra. in tutti i sensi.

l’uomo ha grande discorso del quale la più parte è vano e falso, li animali l’hanno piccolo ma è utile e vero; e meglio è la piccola certezza che la gran bugia.

leonardo da vinci

black panther

in natura se smacchi un giaguaro viene fuori un giaguaro melanico, comunemente chiamato pantera nera.

come sempre, hai perso. è da quando avevi diciott’anni che sei in minoranza, sei abituato. è la democrazia, bellezza.

si vota nelle scuole perché è lì che si (dovrebbe) impara(re) a essere migliori.