Skip navigation

per shiro un oggetto, un mobile, una installazione non è mai finita all’interno dei confini della propria fisicità. per lui, intorno a un oggetto, o attorno a un mobile o intorno a un’installazione non c’è mai un silenzio, mai una polvere astratta; l’aria intorno vibra sempre.
ettore sottsass, 1991

Annunci

One Comment

  1. ed è proprio quell’aria lì – quella che sta attorno – che fa la differenza.
    (pensando a un certo tipo di pittura, che magari con Sottsass non c’entra niente)

    Mi piace


scrivi se ti va

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: