Skip navigation

funerale minimo, cerimonia stringata in una cappella del cimitero. fuori vento e sole, caldo e nuvole a corsa sulle colline. venti persone, pochi amici, molti vecchi. i più giovani eravate te e il tuo amico, con la figlia di lui, quattordicenne. forse lei era l’unica che capiva questa storia della nonna morta. era composta, seria, bellina nel suo modo di stare vicino al babbo. ti sei tenuto fuori, all’ombra, periferico. guardavi lui, il tuo amico, da lontano. era tranquillo, un po’ rincoglionito. in fondo lo è sempre stato, così, fin da giovane. succube delle donne, prima la madre, poi le molteplici mogli. la figlia no, si guardavano negli occhi, lo sguardo solido, sicuro. ti ha fatto piacere esserci, solo per quella cosa lì.

Annunci

2 Comments

  1. Bravo

    Mi piace


scrivi se ti va

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: