Skip navigation

stai facendo rendering di certi corti. insomma, devi scorciare roba lunga, roba da fare senza cervello. così lavori qui e pensi altrove, capita. e mentre tagli qua e là il cervello vaga lontano. così lontano che stai pensando a dio. succede anche a te che non ci credi. poi ti avvicini, pensi a chi ti sta d’intorno. l’esportazione di ciascun film ti chiede qualche minuto, non sai che fare. vai a vedere certe vecchie foto. poi ti capitano i filmati di tuo nipote. le gare, le vittorie, lui che fa il timido, suo fratello che fa il bischero. poi rivedi altri filmini, vacanze, girate, poi foto, amici che non ci sono più, fino a quelle recenti, pasqua al mare con i tuoi, ti vedi a pescare sugli scogli coi nipoti e il fratello e ti accorgi che sei il più minuto, come se cento chili non bastassero. ecco, quella gente lì, gli amici, i nipoti, la principessa, tuo fratello, altri che conosci e apprezzi. è come se tutti insieme fossero il tuo dio. sì, sono la cosa più vicina a dio che riesci a pensare. infatti gli adori.

Annunci

scrivi se ti va

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: