Salta la navigazione

Monthly Archives: novembre 2018

non si è mai soli quando si scrive da soli.

La musica è abbastanza per la vita, ma una vita non è abbastanza per la musica.

Sergej Rachmaninov

stai attraversando un momento difficile. così, se non bastasse, hai deciso di fare una cosa difficile. non sai se andrà bene, comunque sei già riuscito a piangere in inglese.

Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare.

Voltaire

ci diamo importanza, siamo sputi nella polvere, il vento del nord ci asciuga, quello del sud ci lava via. (considerazione dopo un colloquio amichevole con un paziente di oncologia a pisa)

ricominciare, mai da zero. zero non esiste, anche appena nati, dentro c’è già tutto. figurati alla tua età, che hai problemi di spazio. eppure bisogna. ricominciare, parola sbagliata. sottintende una ripetizione, e in quanto tale, è inutile.

si cerca il bello, poi, se ne siamo capaci, lo si (de)scrive. i dispiaceri no, quelli non si millantano, mai.

Figlio, si tratta solo e semplicemente di parole, messe in fila indiana come le formiche. La loro tana è il vocabolario. Possono trasportare un carico superiore al loro peso. Questo è il prodigio capitato a chi legge i libri delle letterature. Si accorge che le parole possono descrivere tutto.

Erri De Luca, Il giro dell’oca, Feltrinelli 2018